Notizie, Storie di donne

Salva la protagonista

Salva la protagonista dalla sua prigione (psicologica o reale). Puoi farlo grazie a un progetto in 3 D ideato per raccontare, attraverso le immagini, cosa prova una donna vittima di violenza. Shout è un esperimento web nato grazie all’intraprendenza della AQuest, con una finalità benefica.

Spesso dai progetti di ricerca e sviluppo nascono iniziative utili al bene comune. Shout non fa eccezione. È nato come un racconto digitale, arricchito da suoni e illustrazioni, diventato presto un tassello della lotta contro i soprusi di genere. Shout, infatti, è un viaggio nella prigione -mentale e reale- vissuta dalle donne vittime di violenza. L’utente del sito può contribuire, con le sue azioni, a salvare la protagonista.

soprusi di genere

Un’idea nata dalla sinergia della digital creative agency AQuest. Grazie alle professionalità attive all’interno della unit Lab è stato possibile abbinare a una realizzazione grafica aderente al vero un’impatto emotivo coinvolgente. I sottofondi sonori, infatti, così come l’illuminazione e i movimenti del mouse hanno permesso di intravedere il volto della donna quasi in penombra, ma con emozioni in grado di arrivare fino all’utente.

Il team di AQuest, dopo aver lavorato a lungo all’idea, ha ritenuto opportuno dedicarla a uno scopo benefico. Lo stesso nome scelto per il progetto, Shout, richiama la parola grido perché solo dando voce al fenomeno della violenza sulle donne si può contrastare il suo dilagare.

Associazioni benefiche donne

L’utente, durante la navigazione sul sito, viene coinvolto nella storia di una donna rinchiusa nella trappola dei soprusi. Le sue azioni sono importanti perché hanno il potere di far forza alla vittima e di aiutarla a liberarsi dalle catene della violenza. Al termine del percorso narrativo, poi, l’utente può contribuire alla causa con una donazione che può effettuare direttamente dal sito.

Le destinazioni degli importi devolute sono due: D.i.Re (Donne in rete contro la violenza) e UN Women, l’entità delle Nazioni Unite a supporto della parità di genere.

scrivi a protagonista donna

Per noi la tua opinione conta. Lascia un commento per dire ciò che pensi.

Ogni storia può essere un esempio, se raccontata e condivisa.

Protagonista Donna

©Riproduzione riservata Protagonista Donna

Facebook
LinkedIn
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *